martedì 25 novembre 2014

Fantasia militare, moda 2014-2015


Quest'anno il padrone della moda e delle nuove tendenze è sicuramente il militare.
Lo stile militare si presenta proprio con capi d’abbigliamento in stile divisa, come i cappotti sagomanti, proposti soprattutto nella variante verde oliva e marroncino, pantaloni con taglio maschile da corredare 
con anfibi o con stivali in pelle nera e soprattutto attraverso diverse interpretazioni della field-jacket 
dalle proporzioni importanti, pantaloni cargo, felpe mimetiche e giubbotti aviator style.
Ma la tendenza di quest'anno si allarga anche nel navy e nell'aviazione, come possiamo vedere dalle 
sfilate di Moschino, dove il comouflage arriva anche negli accessori (borse, cinture, foulard e scarpe).
Bottega Veneta ci mostra la moda del trend militare con calzoni da jogging in tute militaresche che 
riescono a donare un sapore contemporaneo, che risulta tutt’altro che noioso.

Ovviamente, una regola assolutamente da seguire per non sembrare appena uscite da una caserma 
militare, non bisogna indossare tutto insieme, la sobrietà deve fare da padrone a questa tendenza, e, 
quindi, un capo militare per outfit sarà più che sufficiente.

Leggi di più su Penisola Magazine e Modaturismo.










  • Giacca - H&M
  • Leggins - Calzedonia 
  • Maglia - H&M 
  • Scarpe - Dr Martens


venerdì 21 novembre 2014

L'eleganza di una pelliccia


Emancipata dalla sua funzione di mero riparo, la pelliccia rappresenta fin dai tempi lontani il potere e lo status. Da Carlo Magno in poi, ermellino, vaio e volpe sono usati come bordatura o fodera per mantelli aristocratici e corone regali, a differenza delle pelli comuni utilizzate dal popolo. La confezione della pelliccia si limita a colli, bordure e palatine che ornano l’abito senza dettare moda fino alla seconda metà dell’Ottocento. Il parigino Révillon dà vita alla pellicceria moderna: confeziona le pelli come il tessuto seguendo cartamodelli copiati dai grandi sarti della Haute Couture. La pelliccia diventa lussuoso capo spalla con il pelo all’esterno adattato al corpo, rifinito nei dettagli e declinato in mille modelli destinato all’élite. Da qui in poi, entra definitivamente nella moda, interprete di eleganza e status symbol femminile per eccellenza.
-Vogue







giovedì 20 novembre 2014

Happy B-day Elizabeth!


Poco tempo fa ho avuto l'occasione di fare le foto a una festa di 18 anni e devo solo ringraziare Elizabeth per quest'esperienza fantastica, anche se impegnativa. Sono rimasta davvero molto felice per i risultati che ho ottenuto, vi volevo mostrare qualche scatto, quelli che più mi sono piaciuti, e mi farebbe piacere sapere cosa ne pensate. 
Quest'estate avevo già fatto foto alle serate al Katarì, ma non erano tanto il mio genere. Preferisco concentrarmi di più su una persona e basta.
Sto lavorando, inoltre, al nuovo design per il blog, nel menù in alto ci sarà anche la sezione "photo by madness" (o qualcosa del genere) con tutte le foto e gli scatti fatti da me, a feste, ragazze, bambini e paesaggi. Dopotutto è stata la fotografia a farmi aprire questo blog, quindi deve avere anche essa il suo ruolo! Non vedo l'ora di mostrarvi tutto! 
Adesso vi lascio alle foto della serata. Un ultimo ringraziamento a questa bellissima ragazza, e ancora tanti auguri! :*















domenica 16 novembre 2014

The best of me, Nicholas Sparks


Chi non legge, a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria! 


-Umberto Eco



La cosa che adoro di più? Leggere
Scendo al mare con in borsa il mio libro preferito, questa sarà la quinta o la sesta volta che lo leggo, ma ogni volta è in grado di trasmettere emozioni diverse. Forse dipende dai periodi in cui mi dedico ad esso, da cosa sia successo nella mia vita...
Cammino sulla spiaggia andando verso la scogliera, mi volto verso due bambini che giocano, sono davvero adorabili, spensierati, quanto li invidio. Una signora bionda, probabilmente la madre, prova a stargli dietro, ma loro corrono ridendo come i pazzi e non la pensano minimamente. Dopotutto, quando i bambini stanno tranquilli, vuol dire che hanno fatto qualcosa di brutto, quindi è normale che sia così.
Continuo a passeggiare, un piccolo stormo di gabbiani vola sopra la mia testa, alzo lo sguardo e li osservo. Mi piace guardarli, mi trasmettono un senso di libertà, di coraggio. Mi viene in mente una frase di Bach: "Quei gabbiani che non hanno una meta ideale e che viaggiano solo per viaggiare, non arrivano da nessuna parte, e vanno piano. Quelli invece che aspirano alla perfezione, anche senza intraprendere alcun viaggio, arrivano dovunque, e in un baleno."
Sorrido tra me e me, e procedo. Arrivata a destinazione scelgo lo scoglio perfetto, quello che mi sembra più comodo e in qualche maniera più "artistico". Mi siedo comoda e mi sistemo. 
Osservo per un attimo la costa e mi sento incantata, non c’è niente di più bello del modo in cui tutte le volte il mare cerca di baciare la spiaggia, non importa quante volte viene mandato via...
A questo punto mi chiedo: nelle città senza mare, a cosa si rivolge la gente per trovare il suo equilibrio? Alla Luna? Non saprei...
Comunque sia, apro il libro e inizio a leggere. Mi dedico totalmente al libro, senza pensare a nient'altro. 
Lo sciabordio delle onde, la risata dei bambini, lo stridio dei gabbiani e il mio amato libro, cosa c'è di meglio? L'unico modo per evadere dal mondo e sentirmi davvero in pace.

"Un buon libro lascia al lettore l'impressione di leggere qualcosa della propria esperienza personale. Quando la letteratura è al suo apice ci sembra che d'improvviso ricordiamo qualcosa d'importante che sapevamo ma abbiamo scordato."













  • Cardigan - Stradivarius
  • Cappello - OVS
  • Top - H&M
  • Jeans - H&M
  • Scarpe - Bata
  • Anelli - H&M
  • Orologio - Casio
  • Borsa - Pinko



venerdì 14 novembre 2014

Linkin Park, Until it's gone



A fire needs a space to burn
A breath to build a glow

I’ve heard it said a thousand times

But now I know

That you don’t know what you’ve got
Oh you don’t know what you’ve got
No you don’t know what you’ve got
Until it’s gone
I thought I kept you safe and sound
I thought I made you strong
But something made me realize
That I was wrong
‘Cause finding what you got sometimes
Is finding it alone
And I can finally see your light
When I let go
‘Cause you don’t know what you’ve got
Until it’s gone
‘Til it’s gone…
‘Cause you don’t know what you’ve got
Oh you don’t know what you’ve got
No you don’t know what you’ve got
It’s your battle to be fought
No you don’t know what you’ve got
‘Til it’s gone

-Linkin Park - "Until It's Gone"

Io adoro questa canzone, e voi?


Come potete notare dai capelli e dalla carnagione queste foto sono abbastanza vecchie, le ho 
trovate in una cartella nel computer, un altro poco e avrebbe fatto anche le ragnatele!
Sono comunque foto carine, e ho preferito mostrarvele lo stesso.
Volevo comunicarvi che mi è appena arrivata l'e-mail da Choies, il sito internet che pubblicizzo, se
accedete al sito cliccando dal mio blog (dai link che io vi inserisco) avrete un sacco di offerte e 
inserendo il codice VEcontact10 quando avrete fatto l'aquisto, otterete il 10% di sconto. 
Ma attenzione, il codice è valido solo se accedete al sito dai link che metto sul mio blog! 
Detto questo, buono shopping! Cliccate qui: http://www.choies.com/







  •  Maglia - l'ho acquistata da Scoop a Piano di Sorrento
  • Jeans - Tally Weijl
  • Scarpe - Jeffrey Campbell
  • Orologio - Casio
  • Occhiali New Look
  • Bracciali - H&M